Home » i Giapponesi alla Santa Caterina

i Giapponesi alla Santa Caterina

I Giapponesi sono tornati alla Santa Caterina

 

Per la quarta volta in dieci anni, dal 12 al 14 febbraio, una delegazione giapponese ha fatto visita alla scuola primaria Santa Caterina per imparare ad insegnare. Sono stati tre giorni intensi di lezioni, incontri, cultura  e origami, tutto in inglese!

 

Accompagnate dalla loro professoressa, Adachi Rie, della Sugiyama Jogakuen University, School of Education Department of Child Development di Nagoya, sei studentesse del penultimo anno hanno potuto osservare lezioni con metodologia CLIL (Content and Language Integrated Learning), ossia l’approccio che prevede l’apprendimento integrato di contenuti disciplinari in una lingua straniera veicolare.

Anche per gli alunni e le alunne della scuola è stata un’esperienza positiva, come ha spiegato il Dirigente Scolastico Davide Basano: “una lezione di vita per i piccoli che hanno sperimentato quanto sia importante studiare inglese per comunicare con gli altri e conoscere. Sottolineo anche il legame che si sta rafforzando negli anni tra le istituzioni scolastiche, consolidando competenze reciproche sia nell’insegnamento che nelle relazioni. Il mio grazie agli insegnanti che hanno organizzato e gestito questi tre giorni intensi.” Questa nuova esperienza è stata possibile grazie ai contatti che ha da tempo la professoressa magentina Silvia Minardi, docente ed esperta di metodologia e didattica delle lingue straniere.

Le giornate sono state davvero piene per tutti: grandi e piccoli, ospiti e comunità scolastica. Il grande lavoro di organizzazione e gestione ha infatti permesso lo svolgimento di una ventina momenti di interscambio nelle aule e negli spazi della scuola. La referente del progetto “Santa Caterina meets Japan”, Ornella Lombardi, ha spiegato che “il programma dell’università giapponese dà la possibilità ad alcuni studenti di svolgere attività di tirocinio in scuole elementari fuori dal Giappone. Credo sia una interessante opportunità anche per noi insegnanti che ci sentiamo arricchite da questa esperienza e ci auguriamo di ripeterla presto”.

“Un arricchimento reciproco con un Paese e una cultura molto diversa attraverso uno scambio culturale oltre che linguistico, uno scambio di idee e di materiali; un confronto anche relativo agli ordinamenti. Una bellissima esperienza anche per me che avevo esempi europei”, ha spiegato Fabio Cretella, madrelingua angloamericano e insegnante di inglese alla Santa Caterina e guida per la delegazione, insieme alla responsabile di plesso Giusi Grassi.

Arabella Biscaro

Oliviero Trezzi

Direttore di MAGENTA NOSTRA.
Vicepresidente della PRO LOCO MAGENTA.

Archivi

Archivi

Seguici