MAGENTA NOSTRA

La scomparsa di Aurelio Livraghi

Una lunga malattia ha vinto Aurelio Livraghi, Presidente della Caritas cittadina.
Colonna portante del volontariato sociale della nostra Città in collaborazione con la Comunità Pastorale.
Ricevette il “San Martino d’Oro 2016” che fu attribuito alla Caritas e alla San Vincenzo.

Il Prevosto, don Giuseppe Marinoni lo ricorda con queste parole:
“ I miei giorni stanno nelle tue mani, o Signore. Con questo salmo affidiamo all’infinito amore del Padre l’amico Aurelio. Molto ci ha testimoniato. Moltissimo ci ha amati.
Grazie Aurelio e grazie a Maria Regina.”

Riportiamo le riflessioni di Aurelio in occasione del San Martino del 2016.

Caritas San Martino d’Oro 2016  
Da Magentino di nascita confesso che, dall’istituzione del San Martino d’Oro, già da dopo le vacanze estive iniziano a sentirsi i primi bisbigli circa l’assegnazione del riconoscimento e parte il toto candidati; mancano solo i sondaggi, ma tanto sappiamo che poi falliscono… 
Bene, questa volta la scelta sarà sicuramente accolta favorevolmente da tutti perché il riconoscimento è all’intera Comunità di Magenta! 
Si, perché chi lo riceve fisicamente è solo un rappresentante di un gruppo, Caritas, che opera su mandato dell’intera Comunità, come San Vincenzo. 
Caritas, istituita da Paolo VI (grande figura ancora da scoprire e valorizzare appieno) ha infatti come compito “una prevalente funzione pedagogica: il suo aspetto spirituale non si misura con cifre e bilanci, ma con la capacità che essa ha di sensibilizzare la Chiesa locale e i singoli fedeli al senso e al dovere della carità in forme consone ai bisogni e ai tempi”. 
Quindi è la Comunità che si accosta a chi è nel bisogno e lo fa nelle forme consone ai bisogni e ai tempi. 
E voi sapete tutti quanto siano grandi i bisogni e difficili i tempi: il mondo corre, cambia velocemente (il mio Maestro ha detto che 50 anni odierni sono come 500 degli anni passati) e tanti, troppi non riescono ad adeguarsi e si perdono per strada nell’indifferenza, la “bancarotta dell’umanità” secondo Papa Francesco.  
Ricordo l’ultima iniziativa, il Refettorio, e quella nascente, l’ambulatorio “Elena Sachsel”, in memoria del primo, meritatissimo e indimenticato San Martino d’Oro!!!! 
L’orizzonte insomma si allarga dall’ambito religioso per raggiungere quello civile cittadino, sino ad abbracciare l’intera Comunità. 
E se istituzioni civili quali il Comune e la Pro Loco (anch’essa annoverata tra le istituzioni per tutta l’attività che svolge) hanno pensato a Caritas e San Vincenzo insieme, ciò significa che sia singolarmente che in sintonia (si dice “rete” in linguaggio corrente evoluto…) stiamo operando in quello spirito evangelico che ci guida e sorregge ed al quale vogliamo dare concretezza. 
Grazie quindi a tutti gli operatori che mi sento orgoglioso di rappresentare e a chi ha pensato a noi in occasione di questo riconoscimento e vorrà continuare a sostenerci. 
Da ultimo, permettetemi una riflessione personale: con gratitudine e affetto vorrei ringraziare il mio, o meglio nostro, Maestro, un altro San Martino d’Oro (mons. Giuseppe Locatelli n.d.r.), il 12°, perché ci ha avviati sul sentiero di apertura agli altri, ci ha mostrato un orizzonte infinito, anche se a volte, troppo, ci ha fatti famiglia aperta e disponibile. 
Dico “ci” perché queste scelte non possono essere vissute solo a livello personale. Uno supporta l’altro e, insieme, ci rivolgiamo agli altri e, pur con momenti difficili, alla fine ci si sente più forti, sicuri e ricchi nella grazia del Signore

Aurelio Livraghi Presidente Caritas Città di Magenta

A nome dei Consiglio di Amministrazione della Pro Loco Magenta e dei Soci esprimo la nostra vicinanza alla famiglia.
Lo ricorderemo e lo porteremo ad esempio per il suo impegno.

Il Presidente
Pietro Pierrettori

Pietro Pierrettori

Collaboratore di MAGENTA NOSTRA.
Presidente della PRO LOCO MAGENTA.

Archivi

Seguici

Archivi