Home » Marcello Miramonti, Enrico Graziani, Francesco Granata, loro la copertina di Novembre della rivista Amadeus

Marcello Miramonti, Enrico Graziani, Francesco Granata, loro la copertina di Novembre della rivista Amadeus

Il Da Vinci Ensemble, nato da pochi mesi, è già sotto le luci di una importante ribalta. Non che a tali luci Marcello Miramonti (31 anni), violinista, Enrico Graziani (31 anni), violoncellista, e Francesco Granata (25 anni), pianista, non fossero abituati, dati i loro percorsi artistico-professionali di prim’ordine. Di sicuro, però, non è da tutti avere per sé la copertina di novembre del mensile della grande musica Amadeus, sei pagine dedicate all’interno e la promozione esclusiva del proprio cd di debutto, cui ha fatto seguito la entusiastica presentazione di un brano tratto dallo stesso nel corso della trasmissione Primo movimento, il  29 novembre, in onda su Rai Radio 3. Sembrano essere partiti con il piede giusto i tre giovani talenti, due dei quali, il nostro Marcello ed Enrico, sono legati da tempo da rapporti di amicizia e di collaborazione.

Un progetto ambizioso il loro: far conoscere al grande pubblico un repertorio poco noto e poco eseguito, ma ricco di opere pregevoli.  Il Da Vinci Ensemble ha debuttato, infatti, con I due Trii per violino, violoncello e pianoforte, composti nel 1882 e 1883 da Giuseppe Martucci, apprezzato pianista e direttore di orchestra.               

Nell’Italia della seconda metà del Diciannovesimo secolo, dominata dalle opere liriche di Giuseppe Verdi, Pietro Mascagni e Giacomo Puccini, non mancavano coloro che si dedicavano a comporre musica strumentale. Uno di questi fu per l’appunto il campano Martucci. “L’ho scoperto  tempo  fa – spiega Marcello Miramonti, ora violino di spalla nell’Orchestra Filarmonica d Marsiglia – suonando la sua Prima Sinfonia che mi aveva affascinato per i temi e la sonorità. Con Enrico e Francesco ci siamo proposti di valorizzare la bellezza della cameristica italiana, di contribuire al suo riscatto, eseguendo repertori di vari musicisti. A breve registreremo il Trio e il Quintetto del compositore Franco Alfano per Brilliant Classics”, un’etichetta discografica olandese, specializzata in dischi di musica classica.        

Vi è poi una sottolineatura che i tre giovani hanno a cuore a proposito della loro formazione, “del concetto di ensemble”, da intendersi non un trio chiuso, ma un gruppo aperto ad accogliere altri musicisti, creando formazioni allargate, “coinvolgendo i nostri più cari amici e colleghi come i violinisti Simona Cappabianca, Margherita Miramonti o Ruggero Mastrolorenzi”.

Per chiudere, un ultimo riconoscente pensiero ai loro Maestri. “Senza di lui, non sarei qui col violino in braccio”, afferma Marcello riferendosi a Daniele Gay, storico insegnante del Conservatorio di Milano. “Con Walter Vestidello ho un prezioso rapporto di stima e amicizia, con lui ho preparato tutti i concorsi più impegnativi”, dice Enrico. “Devo moltissimo a Roberto Plano con cui ho studiato negli Stati Uniti”, conclude Francesco.  

Franca Galeazzi

Giornalista e Membro del Consiglio della PRO LOCO MAGENTA.
Collaboratrice di MAGENTA NOSTRA.

Archivi

Archivi

Seguici