Home » Santa Lusia l’è al dì pusè cort che ga sia

Santa Lusia l’è al dì pusè cort che ga sia

(santa Lucia è il giorno più corto che ci sia)

Che fa il paio col “Natal l’è ‘l sbag d’un gal” (Natale dura lo sbadiglio di un gallo…per dire quanto poche siano le ore di luce del giorno in quel periodo), che era un intercalare dei nostri vecchi.

È vero che il 13 dicembre -Santa Lucia-il sole è tramontato (ora di Roma) alle 16,42 e oggi tramonterà alle 16,45…ma l’alba del 13 è stata alle 7,27 e quella di oggi alle 7,32 così a Santa Lucia abbiamo avuto 9 ore e 15 minuti di luce e oggi ne avremo solo 9 ore e 13 minuti.

E oggi è il “solstizio” (dal latino ‘sol’=sole e ‘sistere’=fermarsi perché il sole sembra fermarsi nella corsa alla diminuzione delle ore di luce) e da domani le giornate ricominceranno ad allungarsi!

Perché allora quel detto? È storia vecchia…da quasi quattro secoli.

Il calendario ‘giuliano’ (emanato da Giulio Cesare nel 46 a.C.) prevedeva la durata dell’anno solare in 365 giorni e 6 ore che sono 11 minuti in più della durata reale. Aggiungendo un giorno bisestile ogni 4 anni…nei secoli ha sfasato le date con gli eventi astronomici, perché ‘correndo’ di 11 minuti all’anno, dopo 1628 anni risultava di 12 giorni e più ‘avanti’ rispetto alle date degli eventi astronomici.

Così papa Gregorio XIII nel 1582 stabilì che a giovedì 4 ottobre 1582 seguisse il venerdì 15 ottobre per riallineare eventi astronomici col ciclo del sole. E che gli anni secolari non fossero bisestili salvo che non fossero divisibili per 4; ma gli anni millenari sì (ce lo ricordiamo).

È che il sole gira attorno alla terra in 365 giorni, 5 ore, 48 minuti e 48 secondi…mica in 365 e un quarto esatti. Per cui sincronizzare un calendario ‘facile da maneggiare’ con la durata vera della rivoluzione della terra attorno al sole è…laborioso. E tuttavia l’aggiustamento di papa Gregorio ‘regge’ bene.

Ma non tutti lo adottarono; la Russia -ad esempio- ci arrivò solo nel 1946 (ed è per questo che la ‘rivoluzione d’ottobre’ del 25,26 ottobre del calendario ‘giuliano’ in realtà è del 7-8 novembre del calendario ‘gregoriano’ -il ‘nostro’- e che il Natale ortodosso è il 6 gennaio).

E anche i detti della saggezza popolare (fortunatamente) ‘resistono’ alle ‘mode’ dei tempi… così Santa Lucia resta ‘il giorno più corto che ci sia’. Ma non è vero; è oggi.

Oliviero Trezzi

Oliviero Trezzi

Direttore di MAGENTA NOSTRA.
Vicepresidente della PRO LOCO MAGENTA.

Archivi

Archivi

Seguici