Home » Space Economy: a Magenta si vola nello spazio con CosmoTecnologia

Space Economy: a Magenta si vola nello spazio con CosmoTecnologia

Mercoledì 13 marzo alle ore 21 nell’Auditorium del Liceo Scientifico Bramante prenderà il via il secondo appuntamento del ciclo di serate dedicate alla divulgazione della tecnologia e dell’innovazione. In questo episodio tratteremo di Space Economy.

Magenta, 5 marzo – Dopo il primo positivo incontro sui supercomputer, ecco il secondo appuntamento di CosmoTecnologia riguardante la Space Economy. Si terrà mercoledì 13 marzo alle ore 21 nell’auditorium del Liceo Bramante di Magenta (via Trieste 70). Ad aiutarci a comprendere meglio questo argomento sarà presente con noi Stefano Antonetti, Program Manager di D-Orbit, azienda che si occupa di fornire prodotti e servizi per il settore spaziale. Antonetti si occupa della gestione di attività e progetti istituzionali svolti in collaborazione con l’Agenzia Spaziale Europea e oggi contribuisce alla definizione del futuro del trasporto spaziale.

D-Orbit è una realtà italiana fondata nel 2011 da Luca Rossettini, ingegnere riconosciuto tra i finalisti dello European Inventor Award. Sta sviluppando un’infrastruttura logistica spaziale per semplificare il lancio, il trasporto, la manutenzione e lo smaltimento dei satelliti. Le soluzioni ideate, brevettate e realizzate riducono drasticamente i tempi operativi e i costi, fino al 40% in caso di dispiegamento di intere costellazioni di satelliti. Questi risparmi sono fondamentali per l’industria spaziale commerciale in crescita e facilitare l’espansione umana nello spazio.

La space economy è una delle sfide più entusiasmanti e promettenti del XXI secolo. Grazie all’avanzamento della tecnologia spaziale e all’aumento dell’interesse da parte di governi, aziende e investitori privati, l’economia spaziale sta rapidamente crescendo. Attualmente, il mercato mondiale ha raggiunto circa 447 miliardi di dollari, rispetto ai 280 miliardi di dollari del 2010, e si prevede che possa raggiungere i mille miliardi di dollari entro il 2030.

L’esplorazione spaziale, una volta relegata a pochi paesi e agenzie spaziali, sta diventando sempre più accessibile grazie alla diminuzione dei costi di lancio e alla crescente disponibilità di tecnologie avanzate. Questo ha aperto la strada a una varietà di attività economiche nello spazio, tra cui telecomunicazioni, osservazione della Terra, esplorazione mineraria, turismo spaziale e molto altro ancora. Di tutto questo si parlerà nel corso della seconda serata di CosmoTecnologia, progetto ideato e moderato da Andrea Ballocchi, giornalista specializzato in tecnologia, energia e ambiente, coadiuvato da un gruppo di studenti del Liceo Scientifico Bramante di Magenta.

Le serate dedicate alla tecnologia sono parte integrante del ciclo di appuntamenti di UrbanaMente Cultura “Hanno tutti ragione? Riflessioni sulla responsabilità della scelta”, co organizzato dal Comune di Magenta e patrocinato da Fondazione Per Leggere.

L’evento coinvolge attivamente gli studenti, l’ingresso è libero aperto a tutti.

Sergio Cattaneo

Membro del Consiglio PRO LOCO
Collaboratore di MAGENTA NOSTRA.

Archivi

Archivi

Seguici